Perché la ruota giri, perché la vita viva, ci vogliono le impurezze, e le impurezze delle impurezze: anche nel terreno, come è noto, se ha da essere fertile. Ci vuole il dissenso, il diverso, il grano di sale e di senape... Primo Levi, Il sistema periodico
» Blog » Archivio » 2015

Expo 2015

 

 

 

Dopo tutto, ma proprio dopo tutto,  all'Expo mancava solo questo: McDonald e CocaCola sponsor ufficiali, in barba al cibo italiano e a quello territoriale, alla produzione sana, all'agricoltura e alla fame nel mondo. Per non parlare del resto.

Oggi 4 maggio aggiorniamo questo articolo con il seguente comunicato stampa dell'AIAB:

"Saremo presenti non con le nostre strutture ma dentro il dibattito", spiega Vincenzo Vizioli, presidente di AIAB. " Si tratta di un distinguo obbligato, in un evento nel quale si sta evidenziando fortemente lo strapotere dell'agroindustria: dalla scelta degli sponsor ufficiali (McDonalds e Coca Cola), alla trattativa segreta sul TTIP, fino alla difficoltà di pronunciare la parola 'biologico' nelle giornate preparatorie. Che l'Expo sia fatto principalmente per le multinazionali e la grande distribuzione lo provano, se ce ne fosse bisogno, i prezzi esorbitanti e proibitivi richiesti per la partecipazione: per un'associazione di contadini biologici, investire da 70 mila ai 140 mila euro per i sei mesi in uno stand da 10 metri è sinceramente inaccettabile".

Anche sulla Carta di Milano, Vizioli esprime perplessità. "Ancora non ci siamo - dice - nonostante le buone intenzioni espresse. C'è una grande attenzione a non toccare la sensibilità delle multinazionali, manca anche una vera critica al modello che ha creato le diseguaglianze, una riflessione su cosa significa sostenibilità, un richiamo alla proprietà dei semi e alla sovranità alimentare. Il biologico da tempo si è assunto l'impegno di produrre cibi sani e buoni (a beneficio dei consumatori e dell'ambiente) e lo ha tradotto in un modello agricolo e alimentare regolamentato e certificato. Non ci sono più dubbi dunque sul fatto che la piena attuazione degli impegni sanciti dalla Carta non può che andare nella direzione di un'agricoltura biologica".

Villa Chiarini Wulf Società Semplice Agricola - p.iva 02054270562 tel. 0761 1790376 cell. 3473045733 - 3392887737 prodotti@villachiariniwulf.it appartamenti@villachiariniwulf.it
Realizzato con Simpleditor 1.7.5
X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.