Perché la ruota giri, perché la vita viva, ci vogliono le impurezze, e le impurezze delle impurezze: anche nel terreno, come è noto, se ha da essere fertile. Ci vuole il dissenso, il diverso, il grano di sale e di senape... Primo Levi, Il sistema periodico
» Blog

Gli effetti dell'Aronia sulla salute. Ricerca dell'Università di Potsdam

Effetti sulla salute dell'Aronia


ARONIA MELANOCARPA, UNA RASSEGNA DELLE SUE COMPONENTI E DEI POTENZIALI EFFETTI SULLA SALUTE

Sabine E. Kulling , Harshadai M. Rawel
Department of Food Chemistry, Institute of Nutritional Science, University of Potsdam, Nuthetal (OT Bergholz-Rehbrücke), Germany

Gli importanti benefici nutrizionali apportati dal consumo di frutta e verdura alla prevenzione delle malattie degenerative, ha condotto all’attenzione di scienziati e consumatori i frutti a bacche e i loro costituenti.
Molte di queste bacche, compresa l’Aronia, hanno una lunga tradizione nella medicina popolare europea e nordamericana.
 

Composizione delle bacche di Aronia
I componenti delle bacche dipendono da una serie di fattori, quali la fertilizzazione, il grado di maturazione, la data di raccolta e l’habitat in cui crescono.
La loro composizione chimica e quella del succo fresco da esse ricavato si distingue dalle altre altre bacche per l’alto contenuto di sorbitolo e polifenoli.
Contengono inoltre un’alta quantità di fibre alimentari
;
le bacche polverizzate contengono una significativa quantità di antociani, come evidenziato dal loro colore viola scuro.
In questo contesto le preparazioni a base di vinacce di Aronia sono una buona fonte di fibre alimentari per l’alta quantità di cellulosa, emicellulosa e lignina.
Inoltre hanno un leggero potere di assorbimento del cadmio.

Zuccheri
Nelle bacche fresche è stato rilevato un contenuto di zuccheri riducenti (fruttosio, glucosio, saccarosio) tra il 16 e il 18%.
Una significativa quantità di sorbitolo, maggiore che nelle altre bacche, è stata rilevata sia nel succo fresco che in quello pastorizzato. Il sorbitolo è uno zucchero sostitutivo impiegato spesso nelle diete e conosciuto come blando lassativo non aggressivo.

Minerali e vitamine
Il succo di Aronia ha una quantità piuttosto elevata di potassio e zinco.
Ben rappresentate nel succo fresco anche le vitamine B1, B2, B6, C, l’acido pantotenico e la niacina.
Sono state rilevate, inoltre, alte quantità di beta-carotene e beta-criptoxantina.

I polifenoli
Le componenti più importanti dell’Aronia, responsabili di molte delle sue proprietà curative, sono i polifenoli.
Le bacche di Aronia hanno un’elevata quantità di procianidine, antociani e acidi fenolici, che saranno discussi in seguito in maniera più dettagliata e in particolare riguardo agli effetti fisici.

Effetti antiossidanti
Una serie di studi esamina le proprietà antiossidanti del succo di Aronia, dell’estratto di Aronia, o dei suoi componenti polifenolici attraverso ben consolidati studi in vitro.
Le bacche fresche di Aronia possiedono una maggiore capacità antiossidante misurata in ORAC di  tutte le altre bacche e degli altri frutti.
Questo risultato è in linea con altri dati che riportano come il succo di Aronia abbia la maggiore capacità antiossidante tra le altre bevande ricche di polifenoli, riportando valori TEAC quattro volte superiori a quelli del succo di mirtillo e del vino rosso.
Le componenti più importanti responsabili del processo di annientamento dei radicali liberi sembrano essere i costituenti polifenolici, coerentemente all’osservazione che esiste una buona correlazione tra il contenuto polifenolico totale e i valori ORAC o TEAC dei diversi succhi e bacche.
Uno studio basato sui valori ORAC dei singoli componenti polifenolici dell’Aronia, riporta che il contributo degli antociani alla attività antiossidante totale risulta essere circa il 33% per le bacche fresche e il 42% per il succo commerciale.

Possibile inibizione della proliferazione di cellule cancerose
Molte relazioni suggeriscono effetti anti proliferazione o protettivi delle bacche di Aronia o dei loro estratti contro il cancro del colon, sulla base di studi in vitro e su animali.
E’ interessante come l’estratto di bacche di Aronia, pur con concentrazioni simili di antociani monomerici, abbia inibito la crescita in misura maggiore rispetto agli estratti ricchi di uva e mirtillo.
Inoltre i componenti polifenolici individuati nelle bacche di Aronia esercitano anche una ben documentata attività antimutagena.

Azione epatoprotettiva
Negli studi su animali, gli antociani presenti nelle bacche di Aronia hanno inibito la tossicità e l’accumulo di cadmio nel fegato e nei reni dei ratti sottoposti a una somministrazione di questi elementi.
E un effetto epatoprotettivo del succo di Aronia è stato osservato nei ratti dopo intense esposizioni a tetracloruro di carbonio.

Azione cardioprotettiva
L’Aronia può influenzare positivamente diversi fattori di rischio di malattie cardiovascolari.
Esperimenti condotti in vitro dimostrano che la sua componente di polifenoli contribuisce alla protezione e al ripristino delle cellule endoteliali e di conseguenza delle sue funzioni.
Sono stati anche osservate proprietà vasoprotettive e vasoattive sulle arterie coronariche.
Esperimenti sui ratti dimostrano una riduzione dei livelli di colesterolo LDL e dei lipidi in seguito all’assunzione di succo di Aronia.
Negli uomini con una blanda ipercolesterolemia la regolare assunzione di succo di Aronia per sei settimane ha portato a una significativa diminuzione deli livelli di colesterolo totale, di colesterolo LDL e dei trigliceridi, laddove era aumentato il colesterolo HDL.
E’ stata inoltre osservata una moderata ma significativa diminuzione della concentrazione di glucosio, omocisteina e fibrinogeno presenti nel sangue.
I cambiamenti metabolici sono associati a una riduzione della pressione sanguigna sia sistolica che diastolica.
Un simile effetto ipotensivo dell’estratto di bacche di Aronia, ricco di flavonoidi, è stato successivamente osservato in pazienti che avevano subito un infarto del  miocardio e in pazienti con diabete mellito di tipo 2.
Altri studi osservano una riduzione di rischi cardiovascolari in pazienti dopo l’infarto del miocardio, suggerendo perciò un possibile uso clinico per la prevenzione complementare delle malattie ischemiche e cardiologiche.

Effetti antidiabete
La ricerca di alcuni autori ha dimostrato che gli antociani dell’Aronia melanocarpa potrebbero essere impiegati nella prevenzione e nel controllo del diabete mellito di tipo 2 e nella complicazioni associate al diabete.
La somministrazione quotidiana di 200 ml. di succo di Aronia per un periodo di tre mesi è risultata efficace nell’abbassare a digiuno i livelli di glucosio in pazienti non insulino dipendenti.
Inoltre il succo di Aronia ha dimostrato di possedere un effetto benefico sull’emoglobina, oltre che sul colesterolo totale  e sui livelli dei lipidi.
Queste scoperte sono in linea con i risultati di altri studi con oggetto gli effetti sul diabete di alimenti ricchi di procianidine.
Studi recenti hanno anche documentato che il succo di Aronia può essere utile nel trattamento dei disturbi legati all’obesità.

Conclusioni
In conclusione le bacche di Aronia melanocarpa, un frutto poco conosciuto, sono una delle fonti più ricche di polifenoli vegetali estremamente interessanti, compresi procidianidine e antociani.
L’alto contenuto e il modello delle componenti polifenoliche sembrano avere un’ampia gamma di potenzialità curative ed effetti terapeutici.
Sembra perciò auspicabile che in futuro aumentino la diffusione e la popolarità degli alimenti derivati dall’Aronia, e che i consumatori rivolgano sempre più la scelta alimentare ai salutari frutti in bacca.

Villa Chiarini Wulf Società Semplice Agricola - p.iva 02054270562 tel. 0761 1790376 cell. 3473045733 - 3392887737 prodotti@villachiariniwulf.it appartamenti@villachiariniwulf.it
Realizzato con Simpleditor 1.7.5
X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.