Perché la ruota giri, perché la vita viva, ci vogliono le impurezze, e le impurezze delle impurezze: anche nel terreno, come è noto, se ha da essere fertile. Ci vuole il dissenso, il diverso, il grano di sale e di senape... Primo Levi, Il sistema periodico
» Blog » Articoli

Undicimila dispensatrici di benessere

 

Tu chiamale, se vuoi, emozioni …. Sembra niente, questa piantina che mette le prime foglie, ma non per noi che trepidanti scrutiamo lei e le sue 10.999 compagne registrandone il lento sviluppo.
Di aspetto modesto, ma non per questo meno pregevole nella sostanza, è una pianta di aronia melanocarpa, specie poco conosciuta in Italia ma che inizia ora a diffondersi per le sue mille virtù benefiche. Dell'aronia si consumano le bacche, simili a quelle del mirtillo; si possono mangiare fresche o essiccate, oppure ricavarne un succo leggermente asprigno.
Le proprietà sono notevoli e coprono uno spettro molto ampio e vario, al punto che meritano di essere trattate in maniera approfondita in un prossimo articolo.
Nel diciannovesimo secolo l’aronia dall’America settentrionale è arrivata in Russia e da allora, probabilmente a causa della successiva cortina di ferro, si è diffusa nell’Europa centro orientale, soprattutto nell’ex Germania est, in Polonia, in Ungheria.
E’ un arbusto resistente, con foglie verde scuro e piccoli fiori bianchi. Dopo averla casualmente scoperta, abbiamo avviato una coltivazione pilota con un’ottantina di piante. Poi, durante la rovente estate scorsa, abbiamo inseguito l’aronia vivaio per vivaio attraverso la Germania e la Polonia, finché ne abbiamo trovato uno biologico il cui proprietario, in collaborazione con l’Università di Varsavia, da quarant’anni le studia e ne scrive e ha saputo rispondere con competenza alle nostre molte domande.
Ora, in primavera, non usando erbicidi ed essendo ancora così piccole, è necessaria una lavorazione molto attenta e delicata per impedire all’erba che cresce intorno alle undicimila piantine di prendere il sopravvento, e per sciogliere il terreno in modo che le radici si sviluppino.
Poi aspettiamo, con la pazienza sempre necessaria in agricoltura.
 

Villa Chiarini Wulf Società Semplice Agricola - p.iva 02054270562 tel. 0761 1790376 cell. 3473045733 - 3392887737 prodotti@villachiariniwulf.it appartamenti@villachiariniwulf.it
Realizzato con Simpleditor 1.7.5
X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.