Perché la ruota giri, perché la vita viva, ci vogliono le impurezze, e le impurezze delle impurezze: anche nel terreno, come è noto, se ha da essere fertile. Ci vuole il dissenso, il diverso, il grano di sale e di senape... Primo Levi, Il sistema periodico
» Blog

Poche righe sull'olio tunisino

Si sta verificando una specie di insurrezione sull’olio tunisino che arriverà in Europa, 35.000 tonnellate annue (e solo per due anni, poi non è più prolungabile l’agevolazione sui dazi). Ma questa è una cifra irrisoria che non incide minimamente sui guadagni dei produttori italiani; a incidere semmai sono molti altri fattori.
Citiamo, tanto per dirne una, la concorrenza sleale dell’olio spagnolo con i suoi prezzi inverosimilmente bassi.
Oppure la resistenza tutta italiana a pagare per l’olio extravergine nostrano il giusto prezzo, dovuto alle elevate spese di produzione che si incontrano a casa nostra, non ultimo per motivi dovuti alla morfologia della penisola.
Perché acquistando a prezzi molto bassi l’olio dichiarato “italiano”, state sicuri che vi metterete in padella o sull’insalata olio vecchio di qualche anno oppure olio tunisino, spagnolo o proveniente Dio solo sa da dove.
Queste famigerate tonnellate tunisine arriveranno sfuse o imbottigliate in tutta Europa. E poiché sono importazioni dichiarate e ufficiali, le frodi saranno le solite, vedi i grandi imbottigliatori che dichiarano il falso sulla provenienza e sulla qualità.
E’ assurdo non fare qualcosa perché c’è chi se ne può approfittare. In base a questo principio non dovremmo intraprendere più nulla, non un restauro, non una fiera, non un impianto eolico, dati tra l’altro i precedenti.
E’ probabile che in Tunisia i controlli siano meno severi che da noi; ma se abbiamo questo dubbio basta non acquistarlo.
Vorremmo inoltre spendere qualche parola sul motivo per cui si permette alla Tunisia di non pagare i dazi doganali sull’olio per due anni: qualche anno fa in questo paese è iniziata la primavera araba, e ora la Tunisia, quasi l’unica tra le nazioni insorte, a fatica sta cercando di trovare la sua strada verso uno sviluppo democratico.
Gli attentati che ha subìto hanno compromesso fortemente il turismo, importante fonte di guadagno. Un filo di ossigeno dato a questa nazione non ci toglie nulla.
E mai venga il giorno in cui saremo noi ad averne bisogno.
 
 
Villa Chiarini Wulf Società Semplice Agricola - p.iva 02054270562 tel. 0761 1790376 cell. 3473045733 - 3392887737 prodotti@villachiariniwulf.it appartamenti@villachiariniwulf.it
Realizzato con Simpleditor 1.7.5
X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.