Perché la ruota giri, perché la vita viva, ci vogliono le impurezze, e le impurezze delle impurezze: anche nel terreno, come è noto, se ha da essere fertile. Ci vuole il dissenso, il diverso, il grano di sale e di senape... Primo Levi, Il sistema periodico
» Blog » Articoli

Un disastro ambientale annunciato

 

Come potete apprendere dal Corriere di Viterbo di ieri 9 marzo (foto), la ditta DE.GA.TER. di Viterbo ha fatto ricorso al Tar contro il diniego da parte di Regione Lazio, Provincia di Viterbo e Comune di Viterbo di realizzare in Località Casalone una discarica per rifiuti speciali non pericolosi che dovrebbe servire tutto il Lazio, comprendendo anche parte dei rifiuti di Roma.

I motivi del diniego sono molteplici e validamente supportati da leggi e da studi e pareri tecnici: tra gli altri vincolo idrogeologico (tra l’altro le falde acquifere si troverebbero a soli 7 metri di profondità dalla vasca della discarica), problemi geologici, zona agricola di pregio (la discarica rientra nell’elenco industrie insalubri), vincolo archeologico per la presenza di Norchia, la maggiore necropoli rupestre, assenza di strade idonee, eccetera eccetera.
Conosciamo bene il “sito” in oggetto perché si trova a soli 3 chilometri dalla nostra azienda, e nel mezzo di molte altre aziende agricole alcune delle quali a conduzione biologica, piccoli allevamenti bovini e ovini, nonché un paio di agriturismi con ristorante.

E’ evidente che da qualche parte le discariche, se effettivamente servono, si devono fare, e a nessuno piace averle vicino casa. Ma in alcuni luoghi non si possono fare perché significherebbe procurare al territorio, così come ai comuni limitrofi, vedi Vetralla, un danno ambientale ed economico devastante.


  Il problema è che Regione, Provincia e Comune dovrebbero costituirsi parte civile e per farlo c’è tempo fino al 18 marzo. La Regione, che abbiamo sollecitato un paio di giorni fa, infine si è decisa. La Provincia “sta considerando vari aspetti”, il Comune forse si è costituita o forse no. Il motivo di un tale ribaltone rispetto a un precedente diniego formale così drastico non è dato sapere; certo, una ragione ci sarà.
E ipotesi su possibili personaggi dietro alla realizzazione della discarica, ci sono. Ovviamente su questo non ci esprimiamo, almeno per ora.


Dal Sindaco di Vetralla, al solito, non giungono notizie, eppure i camion di spazzatura dovranno passare proprio qua sulla Cassia in mezzo ad abitazioni, ristoranti ed esercizi commerciali.


Ci appelliamo ai privati cittadini che dovrebbero avere tutto l’interesse di provare a evitare questo disastro,
e chiediamo formalmente alla Lista Civica Vetralla Passione Comune e al Movimento 5 Stelle che a giugno si presenteranno alle elezioni comunali, di intervenire velocemente ed attivamente per sollecitare il comune di Vetralla affinché si schieri con decisione, Provincia e Comune di Viterbo affinché si costituiscano immediatamente parte civile.
 

Villa Chiarini Wulf Società Semplice Agricola - p.iva 02054270562 tel. 0761 1790376 cell. 3473045733 - 3392887737 prodotti@villachiariniwulf.it appartamenti@villachiariniwulf.it
Realizzato con Simpleditor 1.7.5
X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.