Perché la ruota giri, perché la vita viva, ci vogliono le impurezze, e le impurezze delle impurezze: anche nel terreno, come è noto, se ha da essere fertile. Ci vuole il dissenso, il diverso, il grano di sale e di senape... Primo Levi, Il sistema periodico
» Blog » Archivio » 2015

Mondazzoli e Mondovino, silenzio

Come tutti saprete due giorni fa la Mondadori (con l’esclusione di Adelphi che si è sfilata con l’eleganza che la distingue) ha incorporato la Rizzoli per una bella cifra di quattrini, non c’è che dire. Quindi ora la Mondadori possiede il 40% circa dell’editoria italiana, cioè la gran parte delle maggiori case editrici del nostro paese. Con prevedibili conseguenze su scelte editoriali e sulle economie di case editrici indipendenti medie e piccole. L’antitrust, che forse qualcosina da dire potrebbe anche trovarla, finora tace, perché sembra che la legge italiana non punisca la posizione dominante bensì il suo abuso. Gli autori, dopo un appello iniziale lanciato da Umberto Eco, tacciono. Ma che c’entra tutto questo con Mondovino, inteso non come film ma come mondo del vino? Associazione mentale: qualche giorno fa, come tutti ben sappiamo, nel corso di un’indagine 17 aziende friulane con tanto di nome pubblicato sono finite sulle pagine dei giornali perché sospettate di aver truccato uno dei più riconosciuti e stimati vini bianchi della regione Friuli, il Sauvignon Blanc. Aziende che, se non sbaglio, a parte una che ha scritto qualcosa su facebook, si sono ben guardate dal prendere una qualsiasi posizione pubblica. E un paio di giorni fa compare la notizia che i Nas hanno sequestrato centinaia di migliaia, (milioni?) di bottiglie di prosecco nella zona Padova, Treviso, Venezia, annata 2014, sì proprio quella che ha fatto crollare la produzione vinicola e che ha riportato in auge il rosè e almeno sia benedetta per quello, perché sembrava che il vino contenuto derivasse da uve non DOCG, come riportato sull’etichetta. Non sono stati fatti nomi. La notizia è poi stata smentita, o corretta, dal Consorzio produttori in quanto: 1) si trattava di normali controlli, 2) l’annata non era il 2014 bensì il 2015, cioè l’annata in corso, e poiché la vendemmia non è ancora terminata c’è ovviamente una certa discrepanza tra le “carte” e la realtà produttiva, 3) si tratta di una ventina di aziende del trevigiano, Padova e Venezia non c’entrano. I Nas della zona ovviamente non si sbottonano e parlano di “sigilli preventivi”. 

Ora mi chiedo, perché delle aziende friulane sono stati fatti nomi cognomi e indirizzi e di quelle del trevigiano non si sa niente? Ancora, non si potrebbero fare dei semplici conti sulle quantità di prosecco, come su quelle di molti altri prodotti alimentari, esportate in tutto il mondo, contro la quantità di vino, o di olio, guanciale, formaggio etc. che quella certa zona di origine controllata può produrre al massimo delle sue possibilità? E’ un ragionamento scemo? Sarà, io me lo sono sempre chiesto, e se quello che si trova in giro per il mondo corrispondesse alla produzione reale, chapeau! 

Ma insomma che c’entra la Mondazzoli? Nulla di più distante, se non, messa giù un po’ tagliata con l’accetta, problemi di grandi poteri e grandi interessi economici versus piccole realtà con poco o nessun potere, e l’elemento comune del silenzio, a parte le voci isolate e di scarso peso dei soliti rompiscatole; il silenzio di chi dovrebbe essere toccato da queste vicende, cioè produttori e lettori, autori, consumatori e clienti. E d’altra parte se non si può fare a meno di infuriarsi di fronte alle varie notizie a volte, stremati, viene voglia di alzare le braccia e citare il buon vecchio Gable: francamente, me ne infischio ….

 
Villa Chiarini Wulf Società Semplice Agricola - p.iva 02054270562 tel. 0761 1790376 cell. 3473045733 - 3392887737 prodotti@villachiariniwulf.it appartamenti@villachiariniwulf.it
Realizzato con Simpleditor 1.7.5
X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.