Perché la ruota giri, perché la vita viva, ci vogliono le impurezze, e le impurezze delle impurezze: anche nel terreno, come è noto, se ha da essere fertile. Ci vuole il dissenso, il diverso, il grano di sale e di senape... Primo Levi, Il sistema periodico

Gli scavi di Poggio Montano

 "Poggio Montano", agli inizi del secolo scorso proprietà del signor Achille Piatti, è il nome dato a un'altura che si trova circa 4 km a nord di Vetralla, sulla destra del "Fossatello", nei pressi della strada che conduce alla necropoli di Norchia e a poche centinaia di metri da Villa Chiarini Wulf, dall'altra parte della strada già presente in epoca romana. Il 1° maggio del 1903 l'ingegnere Luigi Rossi Danielli, appassionato d'archeologia, dà inizio agli scavi insieme ai signori V. Falcioni e M. Balestra. Gli scavi si conducono in modo saltuario a causa dei raccolti agricoli, e questo spiega l'irregolarità nella numerazione delle tombe ritrovate. Infatti Rossi Danielli scopre un sepolcreto paleo-etrusco scavato nel tufo con 59 tombe corredate di vari oggetti. 15 di queste tombe erano state già manomesse al momento della scoperta.

Le tombe appartengono a due periodi distinti: un gruppo dell'Età del ferro (1100-1000 a. C.),  le cui suppellettili erano vasi, coppe, ornamenti personali quali fibule eleganti, perle di vetro, pendagli, cinturoni da donna etc.

L'altro gruppo di tombe è databile al 1000-900 a.C., e vi erano vasi decorati a colori, vasi di argilla, oggetti di ferro, rasoi.

Una parte degli oggetti trovati fu devoluta al Museo Archeologico di Firenze, mentre la maggior parte si trova al Museo Civico di Viterbo (Collezione Rossi Danielli) per gentile dono del Rossi Danielli stesso e di Falcioni e Balestra. Alcuni oggetti non sono stati identificati, e purtroppo alcune suppellettili andarono perdute e se ne persero le tracce. Gli oggetti trovati in frammenti nel corso degli scavi non furono raccolti. Attualmente la necropoli di Poggio Montano, completamente abbandonata, si trova in una proprietà privata e non è visibile. E' ipotizzabile che a Poggio Montano si trovi anche la città di cui la necropoli era parte. Qualche secolo dopo questo sito e quelli adiacenti divennero sede di numerose ville appartenenti ad abitanti agiati dell'antica Roma.

Fibule decorate
Vasi, punta di freccia, monile?
Lampade da olio
fibule decorate
vasi decorati
Brocche
Grande fibula
Monili
Villa Chiarini Wulf Società Semplice Agricola - p.iva 02054270562 tel. 0761 1790376 cell. 3473045733 - 3392887737 prodotti@villachiariniwulf.it appartamenti@villachiariniwulf.it
Realizzato con Simpleditor 1.7.5
X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.